039 2056865 [email protected]

Molte abitazioni domestiche, al pari di diversi stabilimenti industriali e di uffici, posseggono ancora sistemi di illuminazione obsoleti e scadenti: in poche parole questi sistemi erogano l’energia elettrica in maniera minore sul piano dell’efficienza e sicuramente maggiore per i costi finali addebitati in bolletta.

Come è possibile dunque stare al passo coi tempi in tema di illuminazione e, allo stesso tempo, godere di un sistema efficiente ed economico?

Attraverso una procedura, chiamata revamping, tutto questo è reso possibile.

Vediamone dunque il funzionamento nel dettaglio.

Cos’è il revamping

Il revamping è un termine mutuato dall’inglese e sta per “ristrutturazione” , “miglioramento”: in effetti, applicato ai sistemi di illuminazione, il revamping non indica altro che la procedura di ammodernamento in toto  del sistema elettrico stesso, provvedendo alla sostituzione di elementi elettrici ormai obsoleti e poco efficienti con componenti di nuova generazione, al passo con la tecnologia, e sicuramente più convenienti sul piano dei consumi.

Il revamping, in quanto effettivo processo di miglioramento globale, è un termine che trova applicazione anche in altri ambiti, come ad esempio nel settore edilizio, dove il revamping di un edificio sta a significare il processo di ristrutturazione ed efficientamento energetico della struttura.

Applicato invece, come si diceva, ai sistemi di illuminazione, il revamping normalmente implica la sostituzione di elementi vecchi e malfunzionanti come lampade alogene datate con moderne luci LED; in altri casi, il LED revamping  può anche significare la sostituzione di luci LED di precedenti generazioni con luci LED di ultima generazione, in maniera tale da ottenere una notevole miglioria non solo nella qualità dell’illuminazione, ma anche nei tempi di durata e nel risparmio finale.

revamping | illuminazione led

I vantaggi apportati da un sistema di illuminazione a LED

Come anticipato, dunque, il revamping a led consiste, in genere, nell’applicare soluzioni di illuminazione basate su pannelli LED a elettroluminescenza, rimpiazzando vetuste componenti elettriche che fanno capo a lampade alogene.

Con un occhio poco esperto ci si potrebbe però chiedere: “Quali vantaggi porta sostituire il vecchio impianto con uno nuovo impianto di illuminazione a led?”

Ecco quindi i principali vantaggi che si otterrebbero con un revamping a led di un sistema di illuminazione ormai obsoleto:

 

  • Durata dell’illuminazioneLe lampade e i pannelli led possono vantare una durata dell’illuminazione molto lunga, che si attesta in media dai 10 ai 12 anni, considerando un uso assiduo giornaliero durante tutto l’anno.

 

  • Risparmio economico –  Le lampade LED sono leggermente più costose rispetto alle consuete lampade alogene ma permettono un considerevole risparmio economico, stimato intorno all’85 % in media, con un notevole defalcamento della quota da pagare poi in bolletta.

 

  • Assortimento di vari colori disponibili –  Le luci LED, a differenza delle lampade alogene, mostrano un’ampia gamma cromatica, a partire dalla luce brillante bianca fino a giungere a sfumature più calde sul rosso e sull’arancio.

 

  • Poca generazione di calore Le luci LED, al contrario delle tradizionali lampadine, emettono solo esigue quantità di calore, evitando dunque pericolose ustioni o rischio di incendi.

LED revamping e LED relamping: qual’è la differenza?

A parte il led revamping, un’altra procedura utilizzata per apportare miglioramenti in maniera globale a un sistema di illuminazione, consiste nel led relamping.

Il relamping con luci led si basa sull’esclusiva sostituzione delle luci alogene ormai obsolete con le più tecnologiche (ed efficienti) luci led, senza andare a soddisfare dei particolari requisiti energetici.

Il revamping invece, in accordo con le apposite norme tecniche, mira a una sostituzione efficace delle vecchie lampadine con luci led: in poche parole, consiste in un led relamping più efficiente, dove la sostituzione deve comportare il rispetto di alcuni requisiti.

I requisiti che il revamping a led si propone di rispettare sono, in genere:

  • Notevole abbattimento dei costi di gestione e di manutenzione delle nuove componenti elettriche;

 

  • Riduzione dei consumi energetici di almeno la metà rispetto alla situazione di partenza;

 

  • Aumento cospicuo dell’efficienza energetica ambientale, siano i led applicati per uso civile (abitazione domestica) che a uso industriale.

 

Riassumendo: il led relamping va semplicemente a “svecchiare” gli elementi elettrici di un impianto con più moderne luci led, mentre il led revamping fa sì che la sostituzione degli elementi obsoleti con luci LED miri anche a un miglioramento globale del sistema, a un suo ammodernamento in termini tecnologici e a un tangibile risultato finale dimostrabile in una riduzione massiccia dei costi di consumo e di manutenzione.

revamping | illuminazione led

Revamping a LED: tutti i benefici apportati

Avendo dunque ben chiari i propositi del revamping a luce LED e come viene effettuato, si possono in questa sede riassumere tutti i benefici che questo intervento è in grado di apportare all’impianto di illuminazione:

  • Maggiore durata delle componenti elettriche;

 

  • Incremento della qualità del comfort visivo e dei livelli di luminosità ambientale;

 

  • Riduzione notevole dell’impatto ambientale, in quanto le luci LED neo-applicate non presentano pericoli di tossicità e non contengono sostanze nocive come il mercurio o il piombo;

 

  • Abbattimento della quota dei consumi in bolletta e delle spese di gestione e di manutenzione dell’impianto;

 

  • Possibilità, in accordo con le varie direttive regionali, di usufruire di vantaggiose detrazioni fiscali;

  • Return on Investment consolidato già dopo pochi mesi dall’intervento.